Il giornalismo, oggi più che mai, assume molteplici forme: la carta stampata resiste seppur a fatica e si prepara a nuove sfide; l'editoria on line offre opportunità interessanti ma al contempo impiega strumenti e segue logiche ancora da scoprire; i social network sono in continuo divenire; l'ufficio stampa è parte indispensabile del successo di un marchio, di un'azienda, di una persona; le web radio sono un fenomeno in crescita che sfrutta la forza evocativa della parola con tecnologie open source a costo zero. L'obiettivo del progetto è offrire una panoramica del variegato mondo del giornalismo, mescolando teoria e pratica, rendendoli protagonisti di un percorso che un giorno potrebbe avere interessanti sbocchi professionali.

Discipline e quadro orario

DisciplinaIIIIIIIVV
Italiano44444
Latino44444
Greco44444
Inglese44333
Storia e Geografia22000
Storia00333
Filosofia12333
Matematica32222
Fisica00222
Scienze22222
Informatica11000
Storia dell'Arte22222
Scienze motorie22222
Religione11111
Totale3030323232

Il Progetto Giornalismo si concretizza in due laboratori pomeridiani alla settimana di circa 2 ore ciascuno durante i quali, dopo una breve introduzione teorica, si entra immediatamente in "redazione" con riunioni, ruoli e compiti ben precisi. D'altronde, "Questa è la stampa, bellezza. E tu non ci puoi fare niente" (Quarto Potere, 1941).

Un Liceo Classico tutto nuovo

  • schoolPresentazione del progetto

    Obbiettivo primario è quello di evidenziare l'estrema attualità e l'assoluta modernità della cultura classica, troppo spesso relegata nell'astrattismo di libri teorici o formule grammaticali, e non considerata in una visione di presenza quotidiana, vicina, addirittura sotto casa.
    La forte carica innovativa di questo percorso formativo vuole dare una risposta esauriente alla domanda: "A che cosa servono il latino e il greco?". Servono a conoscere le radici di una civiltà che ha dato origine a ciascuno di noi, servono a conoscere noi stessi, servono a riconoscere aspetti del mondo contemporaneo definiti come processi di pensiero altamente innovativi, che altro non sono se non teorie già elaborate e proposte nel passato.
    Il recupero del passato non significa non essere all'avanguardia anche rispetto ad una gestione tecnologica delle didattica.
    Tutti gli studenti verrano dotati di tablet, così come i docenti, in modo da creare un ambiente di apprendimento moderno e all'avanguardia. L'intero processo subisce un mutamento radicale con l'innesto di strumenti tecnologici perché questi consentono di realizzare prodotti didattici nuovi per forma e contenuti. La tensione verso le nuove tecnologie, già sperimentata con successo dalla nostra scuola e ormai diventata realtà, consentirà agli studenti un apprendimento più critico e profondo. Fondamentale, a questo proposito, è stata la scelta di prevedere un monte ore trasversale all'orario curricolare dedicato al "far scuola fuori scuola".
    Secondo un calendario preventivamente concordato, sono organizzati incontri in ambito culturale, artistico scientifico o aziendale, al fine di promuovere la conoscenza e l'attualità della cultura classica e contemporaneamente mettere in luce il processo di sintesi di contenuti che la collega al presente e concretamente al mondo del lavoro.
    In questo contesto progettuale, un altro aspetto fortemente innovativo è rappresentato dal riallineamento dei programmi delle diverse discipline, aspetto che stravolge il modo di far scuola in senso tradizionale e che permette di sviluppare lo stesso argomento sotto molteplici punti di vista, di potenziare capacità di approfondimento, di sintesi, di collegamento, e di strutturare le verifiche anche sotto forma di elaborazione di un progetto. A questo proposito, lo studio della filosofia è stato anticipato al primo biennio ed è stato potenziato il monte ore della storia.
    Le lezioni di storia prevedono in alcune ore a partire dal secondo biennio la modalità della compresenza con inglese, nell'ottica di abituare lo studente a studiare una disciplina non linguistica in lingua inglese, come previsto dalla normativa relativa all'esame di stato.
    Inoltre sono programmati due momenti di stage all'estero.
    Il contatto costante con la realtà sociale, culturale, imprenditoriale e tecnologica contemporanea definisce l'aspetto pragmatico del progetto, finalizzato non solo al raggiungimento degli obbiettivi formativi del percorso liceale, ma anche al consolidamento di una preparazione e di un'apertura mentale che permetta allo studente di affrontare con successo qualsiasi test di ammissione universitario o di affacciarsi al mondo del lavoro con adeguata consapevolezza.

  • schoolObbiettivi trasversali primo biennio

    Sapere leggere e comprendere testi di diverse tipologie.
    Saper scrivere testi semplici e gradualmente più complessi.
    Saper interpretare e decodificare figure e immagini.
    Sviluppare le capacità di utilizzo degli strumenti tecnologici più avanzati.
    Acquisire la padronanza di tali abilità permetterà allo studente di continuare proficuamente e con successo il percorso del secondo biennio.

  • schoolObbiettivi finali specifici dell'apprendimento

    Acquisire conoscenze, abilità, competenze pluridisciplinari di livello elevato.
    Saper approfondire, collegare e contestualizzare.
    Saper usare registri linguistici adeguati alla diversità delle discipline.
    Saper compiere operazioni di astrazione.
    Saper organizzare la comunicazione, diversificando le strategie in relazione all'interlocutore.
    Fare proprio un metodo di studio come strumento indispensabile di cui usufruire in percorsi didattici più complessi.
    Padronanza dell'uso della lingua inglese (livello avanzato B2).
    Saper elaborare i contenuti in una forma progettuale che possa comprendere più discipline al fine di mantenere un'effettiva trasversalità della didattica.

  • schoolObbiettivi formativi trasversali

    Saper instaurare e gestire rapporti interpersonali.
    Saper accostarsi con spirito critico alla realtà.
    Saper accettare la diversità come fonte di arricchimento.
    Saper risolvere in modo propositivo problemi di qualunque natura.
    Raggiungere un adeguato livello di autonomia, sviluppando l'autocontrollo dei comportamenti e selezionando quelli più adeguati alle diverse situazioni.

  • schoolLa metodologia

    Utilizzo della lingua inglese nell'insegnamento di almeno una delle discipline del percorso formativo.
    Didattica per progetto (ricerca e selezione autonoma) di materiale adeguato alle consegne ricevute.
    Didattica digitale.
    Uso dello strumento informatico a livello avanzato.

    Matematica
    Nell'ottica innovativa del progetto, merita un breve approfondimento la metodologia di insegnamento dell'asse matematico.
    L'asse matematico ha l'obiettivo di far acquisire allo studente saperi e competenze che lo pongano nelle condizioni di possedere una corretta capacità di giudizio e di sapersi orientare consapevolmente nei diversi contesti del mondo contemporaneo. Finalità dell'asse matematico è l'acquisizione delle abilità necessarie per applicare i principi e i processi matematici di base nel contesto quotidiano della sfera domestica e sul lavoro.
    Un altro aspetto inerente al riallineamento dei programmi consiste nell'introduzione di elementi di storia della matematica e della geometria, evidenziando così il valore culturale della disciplina che si raccorda in modo naturale con la fisica, lo studio delle scienze, della storia e della filosofia (epistemologia).

    Storia
    Ampio spazio all'insegnamento di Cittadinanza e Costituzione in una prospettiva storica di lungo periodo che giunga fino alla contemporaneità (dal primo biennio).